fbpx
12 Marzo 2020 alessio

Come utilizzare facebook analytics

Nel settore del social media marketing in pochi sono a conoscenza del fatto che, nel maggio 2018, facebook ha rilasciato un tool di enorme valore e grande impatto per I’analisi dei dati: si tratta di facebook Anaytics, una sezione intera in cui vedere più dati possibili su Pixel, pagina Facebook, app, conversioni offline, conversioni e-commerce e utenti.

Come utilizzare facebook analytics

Tale strumento permette inoltre di scoprire i percorsi di acquisto e in generale l’esperienza di un utente nei confronti del brand, sia sulla pagina facebook che sul sito.
Tutti gli advertiser hanno accolto con entusiasmo questo strumento.
Infatti, serviva assolutamente un tool per analizzare cosa se ha interagito con Ia pagina, come ha navigato il sito, quali sezioni ha visitato, eccetera).

Prima dell’avvento di facebook Analytics, I’uso di Google Analytics era pressoché obbligatorio, ma i dati non sono così affidabili: questo perché Google Analytics traccia usando I cookies, mentre facebook utilizza I’user ID, cosa che si rivela spesso una soluzione migliore. Inoltre Google Analytics usa ]a modalità “last clic”, ossia attribuisce la conversione al canale da cui è arrivato I’ultimo clic, mentre facebook usa una finestra di conversione che può essere di 24 ore dalla visualizzazione o 28 giorni dal clic.

Tra I dati si può spesso vedere una discrepanza anche del 70%, motivo per il quale molte aziende usano sia Google Analytics che una propria piattaforma di analytics.

ESG: Event Source Group

Facebook Analytics permette di capire dove, perché e quando un utente esce dal nostro percorso d’acquisto: tutto è misurato, ad esempio possiamo scoprire quanti utenti mettono un like a un post organico, quanti di questi visitano poi il sito e quanti acquistano e quanto tempo impiegano.

Avrai a disposizione tonnellate di dati utili per la tua azienda che potrai analizzare nel dettaglio. Ad esempio puoi collegare la tua pagina facebook, i dati del Pixel, gli eventi online e un’eventuale app a un’unica sorgente di eventi, chiamata EVENT SOURCE GROUP (ESG).

In tal modo potrai vedere come un canale ne influenza un altro e che sovrapposizioni ci possono essere. potrai vedere la connessione tra Pixel, pagina e sito web e come si relazionano al percorso d’acquisto. Infine potrai scoprire il collegamento tra un utente che interagisce con un contenuto e il suo percorso nel funnel.
Per tracciare il percorso di acquisto, dovrai assolutamente avere installato il Pixel avanzato, che dovrà quindi tracciare gli eventi (azioni) standard come pageview, view content, add to cart, initiate checkout, purchase e lead.

Se il pixel è installato solo in maniera basilare, I’unica azione che traccia è pageview, non permettendo quindi di vedere le varie azioni all’interno del percorso d’acquisto. Sebbene sia possibile tracciare le conversioni col pixel di base, creandone di personalizzate, tali conversioni non vengoono prese in considerazione da Facebook Analytics: sarà quindi fondamentale che il Pixel tracci tutto correttamente in maniera avanzata.
L’ideale sarebbe anche far passare al pixel parametri avanzati, come il prezzo dei prodotti, in modo da poter calcolare in maniera esatta le revenue. Ciò viene fatto in automatico quando si installa il pixel con le integrazioni, come ad esempio i plugin per woocommerce o Prestashop.
Una volta settato il Pixel, dovrai aggiungerlo a Business Manager,s olo in questo modo potrai creare un ESG.
Con un ESG potrai collegare tutte le sorgenti (facebook parla di “omni-channel analytics”) e scoprire l’intero percorso di acquisto.
Per accedere a Facebook Aanlytics ti basterà selezionare “Dati Satistici” nel menù MISURAZIONE E REPORT del GESTORE INSERZIONI (o di Business Manager), vedremo assieme tra poco alcune delle cose che puoi analizzare con questo strumento avanzato.

Una volta selezionato, ti verrà chiesto di selezionare un pixel o una pagina: selezionando solo il Pixel potrai vedere I percorsi di acquisto e tutte le azioni degli utenti sul sito. Se invece selezioni solo la pagina facebook potrai vedere tutte le azioni compiute dagli utenti su di essa: like, commenti, reazioni, condivisioni e conversazioni. Il consiglio è quindi di selezionare un ESG, aggiungendo sia il pixel che la pagina, in modo da vedere I dati di entrambi e I’intersezione tra I due. A questo punto crea il tuo ESG selezionando la tua pagina facebook e il Pixel (eventualmente un’app, se ce l’hai).

Clicca View Analytics e accederai alla piattaforma che mostrerà una prima panoramica. Qui troverai alcuni dati su nuovi utenti, utenti unici, e mantenimento dopo una settimana. Scorrendo verso il basso vedrai I primi interessanti dati relativi alle METRICHE DI CRESCITA utenti attivi, attività degli utenti, dettaglio dei canali e nuovi utenti.

Poco sotto vengono presentate le METRICHE RELATIVE ALL’ENGAGEMENT, che mostrano il numero di utenti attivi per ogni ora e giorno in una mappa di calore in cui I giorni migliori presentano colori più scuri. Inoltre è possibile vedere il tempo medio trascorso da ogni utente e quanti utenti vengono mantenuti dopo un certo numero di settimane.

In ognuno di questi pannelli è possibile cliccare su visualizza report completo per approfondire.

Continuando a scendere troverai le metriche relative alla monetizzazione, tra le quali il LIFETIME VALUE per utenti paganti, gli acquisti totali, gli acquisti per dispositivo, e gli acquisti ripetuti.

Nei prossimi articoli approfondiremo le altre voci entrando sempre di più nello specifico di questo strumento, vedremo quali metriche possiamo trarre e come sfruttare questi dati a favore delle nostre strategie di marketing.

Follow US. Social media marketing napoli

Call Now Button