fbpx
7 Marzo 2021 alessio

Conviene vendere su Amazon?

8 motivi per cui Amazon non è adatto a tutte le aziende

Amazon è di gran lunga il più grande marketplace di tutto il mondo. Iniziando come un’umile libreria online, si è espansa in diversi settori verticali e ora riceve 200 milioni di visitatori unici al mese. Un mercato così ampio è piuttosto attraente per piccoli e grandi brand che cercano di aumentare le loro vendite.

Ovviamente un traffico così ampio fa gola a tutti gli e-commerce ed in generale a tutte le aziende, ma alla fine conviene vendere su Amazon?
Dovresti concentrarti su Amazon oppure dovresti concentrarti sull’ottimizzazione del tuo sito?

In questo articolo non vogliamo soffermarci su quelli che sono i migliaia di vantaggi nel poter essere presente su una piattaforma come Amazon, ma vogliamo invece evidenziare quelli che potrebbero essere i problemi per un brand o per un e-commerce nell’essere troppo legati ad Amazon, o peggio esclusivamente legati ad Amazon.

Con questa piccola guida non vogliamo dire di stare alla larga da Amazon. In qualità di web agency napoli, una delle nostre attività riguarda proprio la gestione dei nostri clienti sulla piattaforma.
Abbiamo voluto però sottolineare che non è tutto oro ciò che luccica e che prima di buttarsi a capofitto verso i numeri straordinariamente esagerati che la piattaforma offre bisogna fare alcune importanti valutazioni e tenere in considerazione anche quelli che potrebbero essere gli aspetti negativi.

Abbiamo riassunto i principali 8 motivi per cui il tuo brand e la tua azienda non dovrebbero essere sul noto marketplace.

1. Amazon può farti fuori… quando vuole e come vuole
Amazon potrebbe garantirti l’accesso a un pubblico enorme, ma il compromesso è che ha il controllo finale del tuo destino sulla piattaforma. Amazon non ti bandirà senza un motivo, ma c’è sempre la possibilità che tu violi inconsapevolmente qualche regola e venga espulso senza preavviso.

Se la maggior parte (o tutta) la tua attività viene svolta su Amazon e il tuo account viene sospeso o peggio bannato, ciò potrebbe distruggere l’intera attività. Se devi usare Amazon, cerca di mantenerlo solo come uno dei tuoi tanti canali di marketing/vendita, magari quello principale, ma devi comunque avere sempre una valida alternativa di traffico e di guadagno.

2. Il piano di pagamento
Amazon deposita direttamente i tuoi guadagni nel tuo conto corrente collegato ogni 14 giorni, a meno che tu non abbia un account legacy che ti consenta di richiedere pagamenti più spesso. Ciò può causare enormi problemi di flusso di cassa, soprattutto se stai spostando tonnellate di merce e hai bisogno di fondi per acquistare più inventario. Potrebbe addirittura ostacolare la crescita complessiva del business se devi investire i tuoi ricavi in altre aree della tua attività in crescita.

Tecnicamente, potresti essere in grado di aggirare questo problema con varie opzioni di credito, come l’utilizzo di un accordo di finanziamento con il tuo fornitore, ma questo aggiunge maggiore complessità e rischio alla tua attività.

3. La concorrenza è feroce
Tutti vogliono trarre vantaggio dalla portata di Amazon, il che significa che la concorrenza è abbondante. Oltre 2,5 milioni di venditori hanno prodotti in vendita sulla piattaforma. Tale concorrenza significa che numerose vendite si battono per lo stesso prodotto: questa concorrenza fa diminuire i prezzi e può ridurre i margini di profitto. Inoltre, molti di questi venditori potrebbero essere marchi più grandi con più potere d’acquisto e maggiore riconoscibilità del brand.
Le cose vanno ancora peggio se vendi un prodotto di massa. Dovrai essere al top quando si tratta di ottimizzare le inserzioni in modo da metterti di fronte alla clientela giusta e quasi certamente dovrai eseguire campagne Amazon PPC per rimanere competitivo.

4. Offrire un servizio clienti eccellente e personalizzato potrebbe essere difficile
Amazon limita il modo in cui i venditori possono comunicare con i propri clienti. Ad esempio, Amazon non ti consente di inviare un’e-mail ai tuoi clienti al di fuori della piattaforma, affermando che sei “qui per aiutare se hanno bisogno di qualcosa” o qualcosa di simile. Non puoi nemmeno utilizzare la posta elettronica per fare upsell o cross-sell dei prodotti ai tuoi clienti. E, naturalmente, non puoi collegarti con loro in nessun modo al di fuori di Amazon.

In breve, le aziende che enfatizzano il loro servizio clienti e la loro assistenza nella propria mission aziendale, e specialmente quelli che utilizzano strumenti come l’email marketing, faranno fatica. La tua attività può rapidamente dissolversi fino a diventare un marchio impersonale che si integra perfettamente.

5. Gli aggiornamenti dell’algoritmo di ricerca possono distruggere le vendite e i ricavi
Ottimizzare le tue inserzioni e portare i tuoi prodotti sulla prima pagina è fondamentale per fare bene su Amazon. Pertanto, sei in balia dell’algoritmo di ricerca di Amazon. Una modifica all’algoritmo può rovinare le tue vendite dall’oggi al domani rimuovendoti dal tuo eccellente posizionamento.
Dovrai quindi dedicare del tempo a riattivare la tua scheda per il nuovo algoritmo, quindi attendere ancora più a lungo che il tuo prodotto si sposti nella parte superiore. Tuttavia, non tutti possono aspettare così a lungo, quindi potresti dover pagare campagne sponsorizzate per compensare le perdite di entrate attribuibili alle modifiche dell’algoritmo.

Ovviamente il discorso ha senso anche nel verso opposto. Cambiamenti dell’algoritmo di Amazon potrebbero anche avvantaggiare il tuo posizionamento e le tue vendite. E’ per caso una roulette russa?

6. Amazon compete con te se fai bene
Amazon utilizza venditori di terze parti, come la tua azienda, per guadagnare con prodotti di nicchia e di volume inferiore. Tuttavia, come ogni azienda, Amazon non esiterà a cogliere una fantastica opportunità se ne vede una. Se Amazon nota che tu e i tuoi concorrenti state andando bene con un determinato prodotto, saprà su quale prodotto investire.

7. Copioni e contraffattori
Distinguersi tra i venditori legittimi e competere con Amazon è già abbastanza difficile, ma devi anche avere a che fare con venditori e truffatori malintenzionati sulla piattaforma. Alcuni di questi venditori illegittimi vedono opportunità nel tuo prodotto. Te lo fregano e iniziano a venderlo con il proprio marchio, rubandoti vendite e ricavi. Altri invece useranno il tuo marchio per vendere i propri prodotti, e altri ancora faranno entrambe le cose: creeranno versioni contraffatte e di bassa qualità dei tuoi prodotti e faranno finta di essere te. Questo ti fa perdere le vendite e sporca il tuo buon nome.

Puoi presentare un reclamo dalla A alla Z contro i falsi venditori, ma il truffatore potrebbe apparire con un account diverso e continuare a derubarti. Man mano che il tuo marchio cresce, potresti persino avere più copie o contraffazioni. Il problema può diventare rapidamente ingestibile.

8. Barriere all’ingresso
Grazie al problema delle imitazioni/contraffazioni discusso in precedenza, Amazon ha rafforzato le regole su chi può vendere, quali prodotti puoi vendere e come puoi venderli. L’elenco delle categorie di prodotti che Amazon deve approvare prima di iniziare a vendere cresce ogni giorno di più e l’approvazione non è esattamente facile da acquisire. Combina questo con l’agguerrita concorrenza e i nuovi marchi di Amazon faranno fatica a consolidare la loro presenza.

Conclusioni

Amazon è una potente piattaforma da sfruttare, senza dubbio. Ottieni accesso immediato a un vasto pubblico con il “minimo sforzo”. Ma non tutti i brand dovrebbero esserci perché cedere il controllo di gran parte della tua attività a una grande piattaforma comporta non pochi rischi.

Considera sempre l’idea di diversificare in altri mercati. Le alternative di Amazon come eBay funzionano bene per molti venditori. Esistono anche siti specializzati per venditori in determinate nicchie. Ad esempio, Etsy sarebbe un’ottima alternativa ad Amazon se vendi artigianato fatto a mano e prodotti simili.
Utilizzando Amazon come un canale di marketing all’interno di una strategia più ampia, puoi proteggerti dagli svantaggi dell’utilizzo di Amazon, sfruttando al contempo il suo vasto pubblico.

Call Now Button